Il Lindy Hop è un ballo afroamericano che si sviluppa a cavallo tra gli anni 20 e 30 nelle più famose sale da ballo di  Harlem (New York) senza mai perdere la sua caratteristica di street dance. Il suo nome? Il ballerino Shorty George Snowden, ad un giornalista incuriosito da cosa stesse ballando, dice: "I'm doin' the Hop... the Lindy Hop", forse pensando alla traversata transoceanica di Charles Lindbergh (detto Lindy). Ciò che lo caratterizza, come si può notare dal filmato che vi proponiamo e tratto da Helzapoppin' (1941), è lo stile di Frankie Manning e del gruppo di ballo di cui faceva parte (Whitey's Lindy Hoppers); stile che oggi viene riconosciuto come the Savoy style, dalla più famosa sala da ballo di Harlem dove suonavano le grandi orchestre swing.

Guarda il video: Helzapoppin' - 1941

 

Il Lindy Hop è un ballo energico, divertente e socializzante. All'epoca promosse l'integrazione culturale fra ballerini oltre ogni appartenenza sociale o razziale. Dopo il suo revival negli anni 80, oggi il Lindy Hop si balla in tutto il mondo. La sua fama è testimoniata da innumerevoli workshop in giro per il mondo e dai campionati mondiali di Washington, gli ILHC di cui vi proponiamo il video del 2017 di una delle coppie più talentuose al mondo, Skye e Frida.

Guarda il video: ILHC 2017 - Skye e Frida

 

Inoltre, è un ballo che fa innamorare tutte le generazioni, perché lo si può ballare a qualsiasi età su ritmi lenti e veloci, con o senza acrobazie. Anzi, è un ballo che ringiovanisce. Norma Miller, l'unica ballerina in vita dei Whitey's Lindy Hoppers, viene presentata in giro per il mondo come una donna "97 years young". Non per nulla, sta dirigendo un musical sul Lindy Hop per Broadway. E, udite udite, sarà in giro per l'Italia per raccogliere fondi per il suo progetto.

 

Insomma, cosa state aspettando? Munitevi di tanta voglia di socializzare e divertirvi, e non ve ne pentirete!